La dieta si fa contenendo le quantità non la qualità

28 agosto 2009

Peperoni Gratinati

Ingredienti:
  • Peperoni di vari colori Arrostiti
  • Pangrattato
  • Aglio
  • Olive Nere Leccine
  • Capperi al sale
  • Olio EVO
Arrostire i Peperoni in maniera classica lasciandoli un po' al dente (se avete bisogno di istruzioni le trovate cliccando qui). Spellarli e tagliarli a fettine. Versare un po' d'olio in una teglia e versarvi i peperoni già conditi con i capperi, le olive (snocciolate se si vuole), Aglio a fettine, olio EVO e aggiustare di sale. Spolverare con pangrattato ed infornare in forno a 180°C fino a doratura.

Posted by Picasa



3 commenti:

  1. Li ho preparati ieri e sono squisiti.
    Ho sottovalutato il tempo per far gratinare il pane che è risultato più lungo del previsto (con il polpettone genovese si fa molto prima perchè il substarto è più asciutto)

    RispondiElimina
  2. Errore era "substrato", sorry

    RispondiElimina
  3. In casa mia (che siamo pugliesi "bastardi") i peperoni mollicati si fanno senza perdere tempo ad abbrustolire e sbucciare: i peperoni crudi si tagliano in falde e si dispongono con la buccia in giù nella teglia da forno, in due strati, ciascuno condito con aglio (poco e tritato fine), capperi sott'aceto (senza esagerare), prezzemolo (opzionale), sale, pangrattato e olio. Con l'olio si abbonda e col pangrattato pure. Un'ora di cottura in un forno normale a fuoco medio-alto, almeno una mezz'ora di riposo. Il giorno dopo è ancora migliore. I succhi del peperone intridono deliziosamente la mollica, che pur resta croccantina in superficie. E' la morte del peperone secondo me. Facile, veloce, gustosa, vegan eppure tutt'altro che "leggera", da non rovinare con l'aggiunta inopportuna di formaggi.

    RispondiElimina

I commenti sono comunque graditi e saranno tutti pubblicati, unico limite che vogliamo porre, per questo li sottoponiamo a moderazione, è la decenza e la consueta educazione

Questo blog non rappresenta ad alcun titolo una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.Il blog declina ogni resposabilità nel caso in cui la gratuità dei siti consigliati venisse meno.Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 07 marzo 2001.Alcune immagini e articoli presenti in questo blog sono state ottenute via Internet e come tali ritenute di pubblico dominio: di conseguenza, sono state usate senza nessuna intenzione di infrangere copyright.


Tutti i diritti relativi a fotografie, testi e immagini presenti su questo blog sono di nostra esclusiva proprietà, come da copyright inserito e non è autorizzato l'utilizzo di alcuna foto o testo in siti o in spazi non espressamente autorizzati da noi